Visitare Cracovia in 3 Giorni: Centro Storico

Eccoci pronti per visitare Cracovia, dopo un’ora e mezza di volo e 30 minuti circa per raggiungere il centro storico dall’aeroporto (Leggi qui per sapere come raggiungere facilmente Stare Miasto).

Siamo in Gennaio e il freddo di cui tutti mi avevano parlato non è poi così freddo nonostante la neve,  anche se la fortuna ci ha assistiti visti i – 20° della settimana precedente al nostro arrivo.

È vero, il freddo picchia tanto quanto il sole il 15 di Agosto, ma è stato sopportabile e a tratti piacevole.

Se sei curioso o devi fare un viaggio a Cracovia a breve (o fra un anno), ti consiglio di continuare a leggere il mio articolo!

Visitare Cracovia e Auschwitz in soli 3 giorni

In questa mini guida cercherò di rispondere alle tantissime domande o semplici curiosità che mi sono state rivolte all’interno di due gruppi su Facebook che si chiamano “Spenderò tutti i miei soldi in Viaggi” e “Il mio prossimo viaggio” che vi invito a seguire.

Primo Giorno a Cracovia

Appena arrivati  in centro e raggiunto l’hotel, siamo corsi a lasciare le valigie per poi uscire dopo 10 minuti di orologio.

Il tempo è prezioso quando si hanno pochissimi giorni per visitare una città e sicuramente non lo spreco in albergo.

Cartelli stradali

Consiglio:

Tutti vorrebbero fermare il tempo per riuscire a vedere una città intera in meno di tre giorni.

Il mio consiglio è di concentrarsi su quello che davvero si ama fare ed evitare le cose che invece non piacciono o piacciono meno, per non sprecare tempo ed energie.

Dopo aver smangiucchiato qualcosa è iniziato il nostro tour partendo ovviamente da Piazza del Mercato (Rynek Glowny).

La prima tappa è stata al punto informazioni per prendere la cartina della città e altri depliant interessanti sui musei e le attrazioni principali.

Primo Pomeriggio a Cracovia

La Piazza del Mercato è un’antichissima piazza medievale, una delle più grandi di tutta Europa (200 m per 200 m) e attorno ad essa si snodano le strade del centro storico, inserito come Patrimonio dell’Umanità nella lista UNESCO.

Piazza del Mercato - Cracovia
Piazza del Mercato – Cracovia

Piena di carrozze con cavalli in fila, che attendono turisti per un giro del piccolo centro medievale, Rinek Glowny è davvero una meraviglia.

La Piazza è divisa in due dal Palazzo del Tessuto (Sukiennice), che oggi è una galleria d’arte all’interno della quale vi sono dipinti di pittori polacchi del XIX secolo.

Ancora oggi il palazzo è popolato da botteghe artigiane di ogni tipo ed è qui che puoi trovare ogni genere di souvenirs.

Palazzo del Tessuto, mercatini
Palazzo del Tessuto

“Qual è la prima cosa che ho notato di Cracovia?”(Mi chiedono su Facebook)

Passeggiando per il centro della città, a parte la sua straordinaria bellezza, mi ha subito colpito la pulizia.

Mi credi se ti dico che in strada non c’era neanche un mozzicone di sigaretta?

Ho parlato di questa cosa con Gianluca F. all’interno del gruppo di cui ti parlavo all’inizio e lui ha notato la stessa cosa, anche se a fine articolo ti dirò una cosa incredibile che stupirà un bel po’ anche te.

Il nostro Girovagare Continua

Devi sapere che trovare un museo aperto dopo le 17.00 è quasi una missione impossibile (almeno in inverno) quindi ti consiglio di organizzare alla perfezione le visite per non rischiare di trovare chiuso.

Con tutta fretta, visto che il pomeriggio è davvero inoltrato, raggiungiamo la Basilica di Santa Maria, all’interno della quale è custodito l’altare monumentale dell’artista Veit Stoss per poi dirigerci verso il Wawel Castle.

Cattedrale di Wawel

Per arrivare alla Cattedrale e al Castello, bisogna salire sulla Collina di Wawel.

Entrambi gli accessi conducono alla biglietteria e potete decidere se visitare prima il Castello o la Cattedrale.

Wzgórze wawelskie. Sulla colluna di Wawel
Collina di Wawel

La Cattedrale, che noi abbiamo deciso di vedere per prima, è qualcosa di indescrivibile

Oltre alle tombe di due scrittori importanti della letteratura polacca dell’800: Adam Mickiewicz e Juliusz Słowacki, nella cripta sono custodite anche quelle di personaggi illustri della storia polacca.

Da non perdere è la visita alla Campana di Sigismondo, la più grande della Polonia.

Viene suonata solo durante le occasioni e le festività più importanti per la Polonia e la città.

Accanto alla Cattedrale vi è Il museo diociesiano dedicato a Papa Giovanni Paolo II che noi però non abbiamo visitato.

Wawel Castle

Purtroppo, usciti dalla Cattedrale, era ormai troppo tardi per la visita al castello.

Wawel Castle
Wawel Castle

Ci siamo persi le Importanti esposizioni, le stanze reali, una raccolta di arazzi fiamminghi, una collezione dei trofei di guerra, …

Sapevamo già che mezza giornata non sarebbe bastata per visitare tutte le meraviglie custodite all’interno della Fortezza ma questo è un motivo in più per tornare a Cracovia!

Vale la pena comunque di fare una passeggiata all’interno della Fortezza dove si arriva ad un cortile rinascimentale meraviglioso.

Cortile Rinascimentale. Wawel Castle
Cortile Rinascimentale. Wawel Castle

Scendendo sulle rive del fiume, si incontra poi  il famoso Drago di Wawel, protagonista di una leggenda che potete leggere qui.

Un’altra domanda interessante mi è stata posta da Michele D.:

“Ci sono belle chiese a Cracovia?”

Assolutamente si, Cracovia ha profonde radici cristiane, senza dimenticare che è anche la città natale di Papa Giovanni Paolo II.

Meta di pellegrinaggi è conosciuta come la “città delle 100 chiese“.

A proposito di Chiese belle, lasciata la Collina di Wawel alle nostre spalle, ci siamo diretti verso La Chiesa di San Pietro e Paolo.

All’ingresso, su dodici pilastri, si ergono le statue in stile barocco dei Dodici Apostoli, da vedere insieme alla cripta.

Chiesa di San Pietro e Paolo
Chiesa di San Pietro e Paolo

Continuando il nostro giro lungo Via Kanonicza, una delle vie più vecchie e belle della città, abbiamo fatto una sosta al numero 19 dove viveva il Papa per poi dirigerci verso il Teatro dell’Opera.

Teatro dell'Opera di Cracovia
Teatro dell’Opera di Cracovia

È quasi sera ormai e raggiungiamo così la Porta di San Floriano, unica porta rimasta delle 8 che esistevano prima.

Stupenda sia di giorno che di notte illuminata diventa molto suggestiva.

Nelle vicinanze vi è il Barbacane che nel medioevo rappresentava un importantissimo punto di passaggio dei vincitori in battaglia.

Il nostro albergo era proprio vicino a Florian’s Gate e tutte le sere andavo a letto davvero con un mega sorriso stampato in faccia.

Quando l’ultima cosa della giornata che guardi è una meraviglia, non può che essere così.

Porta di San Floriano
Photo by Jorge Láscar via Flickr

Il primo giorno a Cracovia si conclude con una cena in un ristorantino tipico stupendo!

Curiosità:

Sapevi che, secondo un report dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Cracovia è una delle 50 città più inquinate al mondo?

Sapevi che 33 delle 50 città in classifica, sono Polacche? 

Consiglio la lettura di questo articolo

Ovviamente tra un Museo e l’altro ci siamo fermati a mangiare, a prendere un caffè e a fare una ricca merenda!

Leggi i miei Consigli Culinari dove mangiare cibo locale in un’atmosfera pazzesca!

Cover Image by: Nico Trinkhaus, Wawel, Kraków, Poland. Visit his web site !